Benvenuti in PoeticHouse.com

PoeticHouse è la casa dei Poeti e della Poesia, è il Portale d'incontro, l'orizzonte libero destinato alle libere creazioni di ogni singolo Poeta e collezionista di sogni.

Dal vecchio al nuovo PoeticHouse.com

PoeticHouse è...

Poesie pubblicate oggi (24h)
Successiva »
Nei Giardini di Villa Borghese (Crazy in Love)
4,0/5 meriti (2 voti), lettura, 0 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Mercoledì, 29 di Marzo del 2017
Rimango, affascinato,
da questa rinascita
Continua a leggere...
Poesie pubblicate ieri
Successiva »
La stazione
5,0/5 meriti (1 voti), lettura, 1 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Mercoledì, 29 di Marzo del 2017

La tua rabbia è un altro sentimento , secondo me... ma oltre non vado... :)

il 30/03/2017 alle 10:34
La stazione
ha un treno che parte
e un amore
Continua a leggere...
Poesie pubblicate nell'ultima settimana
Successiva »
Le mancanze
Pubblicata da PoeticHouse Giovedì, 23 di Marzo del 2017
Le mancanze
si sentono
nello stridore
Continua a leggere...
Poesie pubblicate nell'ultimo mese
Successiva »
La libertà,no!
5,0/5 meriti (1 voti), lettura, 0 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Sabato, 11 di Marzo del 2017
La libertà,no!
quella non si può,
nemmeno
Continua a leggere...
Poesie meno recenti
Successiva »
Come muoiono i comici
5,0/5 meriti (1 voti), lettura, 21 commenti
Pubblicata da PoeticHouse Giovedì, 16 di Ottobre del 2003

un altro straordinario cortometraggio...il piccolo pezzetto di un puzzle , che è la vita...e ci fa ridere, commuovere , riflettere....aspettando la morale della battuta finale...ti abbraccio cri

il 16/10/2003 alle 21:53

Straordinaria l'atmosfera della scena che hai descritto, un quadro così suggestivo... un'altalena di giochi di sensazioni... bella davvero!!!
Besos e abbracci,
Ema

il 16/10/2003 alle 22:15

Che bello rileggerti, assaporare la magia dei tuoi versi, delle tue atmosfere...
Un caro saluto
Gaetano

il 17/10/2003 alle 08:12

In viaggio...Insieme - 17.10 .2003


E non sono solo
passi stanchi nella notte
con le tasche piene di nebbia
E non è solo fumo alle spalle
da lasciar correre con la mani vuote
tra le stelle di cartone
appese ad un soffitto di ricordi
E' anche sogno che rincorre
come capelli sciolti nel vento
e fiore che si dona nel deserto
E' anche suono di note nuove
che disegnano la mente di nostalgie
soffiate piano tra le pieghe di parole
E sei tu amico mio che cerchi occhi
e respiri piano la tua fantasia
per farle prender vita
nei silenzi allungati di una sera
E sono io - antico fascino -
che accarezza nel silenzio
tra l'incanto di parole
e viaggi lontano da tristezze amare
E continueremo sempre a sognare
tra un volo di gabbiani e il canto
di quell'airone che riprendere
il suo infinito viaggio verso il sole

Poe

il 17/10/2003 alle 15:14

nebbia..
e una luna
piccina
come una
lampadina
cammina
e cammina
con un poeta
di sogno
pensando
serena
che l'alba
e' vicina...

sei splendido, amico! con un cuore di scintille!!
LUna

il 17/10/2003 alle 16:44

La battuta finale, purtroppo, c'è stata tre giorni fa e dopo Gianni Magni, Beppe Viola, Giorgio Gaber, se n'è andato anche lui, Walter Valdi, stralunato autore di canzoni e di monologhi da cabaret. Le ultime righe sono una sua battuta, esemplificativa del suo modo e del suo mondo di humour... Grazie ate per le splendide parole che hai scritto a commento. Un bacione.
Michele

il 17/10/2003 alle 17:06

Questa poesia vuole essere " in memoriam ", per la morte di Walter Valdi, comico, autore di canzoni assolutamente surreali ( ricordi: " Il palo della banda dell'Ortica ", portata al successo da Enzo Jannacci ? E' sua, assieme a molte altre ) e di monologhi stralunati da cabaret. La battuta finale è sua, ed è esemplificativa del suo modo di intendere l'umorismo. Le parole che mi hai scritto sono bellissime, amica mia, così come la continua attenzione nel seguire i miei scritti di cui davvero ti sono grato. Ti mando un bacione grande.
Michele

il 17/10/2003 alle 17:12

E' il ricordo di un artista, autore di canzoni e di surreali monologhi da cabaret, che tre giorni fa ci ha lasciato... dopo Gianni Magni, Beppe Viola, Giorgio Gaber, se n'è andato anche Walter Valdi, ma adesso, ne sono sicuro, lui se la ride da quella luna a forma di lampadina che aveva cantato assieme all'amico Enzo Iannacci... Grazie per le splendide parole che hai scritto a commento di questa mia. Ti mando un bacio e un abbraccio.
Michele

il 17/10/2003 alle 17:17

Questa poesia, in realtà, è dedicata ad un artista, autore di canzoni e di monologhi surreali da cabaret, che tre giorni fa ci ha lasciato, quel Walter Valdi, da cui ho preso in prestito la battuta che chiude questa poesia e che mi pare abbastanza esplicativa del suo humour assolutamente stralunato. Grazie per il commento che mi hai scritto e per essere di nuovo tra noi. Un salutone.
Michele

il 17/10/2003 alle 17:21

La mia è una poesia che ho voluto dedicare a un artista di cabaret, comico, autore di canzoni e di monologhi, che tre giorni fa ci ha lasciato, quel Walter Valdi a cui ho " rubato " la battuta che chiude questi miei versi... la tua poesia, invece è splendida e davvero i miei versi non potevano avere commento migliore... ti ringrazio tanto, veramente e ti mando un bacione.
Michele

il 17/10/2003 alle 17:30

E' una poesia in memoria di un'artista che tre giorni fa ci ha lasciati, quel Walter Valdi, autore di monologhi da cabaret e canzoni surreali e stralunate... I tuoi versi a commento sono bellissimi... come sempre li ho stampati e li conservo tutti in una cartellina apposita che ho chiamato: " Riflessi di luna "... Un grande bacione a te.
Miguel-hidalgo-de-la-luna.

il 17/10/2003 alle 17:37

Accidenti!
emozioni in campo a tutto spiano
Sei davvero in gamba a giocare con le parole
Scorre questa tua... come acqua nella gola di chi ha sete.
Bravo.

I.

il 17/10/2003 alle 17:53

No... quello in gamba, purtroppo, non c'è più... era Walter Valdi, comico, cabarettista, autore di monologhi e di canzoni assolutamente surreali e stralunate... la battuta che chiude la poesia è sua, e dimostra esattamente il suo senso particolarissimo dell'umorismo. Le parole che mi hai scritto sono bellissime e ti ringrazio di averlo fatto. Un bacione a te.
Michele

il 17/10/2003 alle 18:37

"...C'è sempre una scusa per non tornare a casa..."

poco tempo fa, abbiamo parlato della bellezza della propria casa, ma gli esseri comunicativi come gli attori, i poeti e quant'altro devono girare all'aria, anche a vuoto.
bella la tua dedica, come sempre bella la poesia, inevitabilmente il mio bacio
Kat

il 18/10/2003 alle 08:43

Quasi una fiaba la tua poesia, un ricordo di quelle persone che non muoiono mai, che , per motivi diversi, ricorderemo per sempre. Ciao, Carmen

il 18/10/2003 alle 10:49

Si, cara Kat... questa poesia vuole essere il ricordo di un ( a parere mio ) grande artista, comico, cabarettista, autore di canzoni, che alcuni giorni fa ci ha lasciato e anche la battuta finale, che è sua, l'ho voluta mettere proprio per esemplificare il suo modo assolutamente stralunato di intendere l'umorismo e anche la vita... grazie perchè mi hai scritto un bellissimo commento e perchè mi segui sempre con amicizia. Un bacione grande.
Michele

il 18/10/2003 alle 16:52

E' vero...dopo Gianni Magni, Beppe Viola, Giorgio Gaber, se n'è andato anche Walter Valdi... ma io sono sicuro che, in questo momento, sarà sulla luna che cerca di svitarla, convinto che sia solo una lampadina con qualche watt in più... grazie per il bellissimo commento che mi hai scritto. Un caro saluto a te.
Michele

il 18/10/2003 alle 16:55

Si... ho voluto scrivere questa poesia per un artista comico, cabarettista, autore di canzoni e di monologhi... Anche la battuta che chiude la poesia è sua e mi è parsa esemplificativa del suo modo assolutamente surreale di intendere l'umorismo e anche la vita. Con i tuoi commenti mi fai sempre arrossire, non so se li merito... comunque grazie davvero per averli scritti e per l'amicizia che mi dimostri... un bacione a te.
Michele

il 18/10/2003 alle 16:59
Nebbia
e selciato
blu di pioggia
Continua a leggere...